L’emergenza non sarà causata da un’improvvisa calamità naturale ma da una lunga e reiterata inefficienza della macchina amministrativa che non ha mai voluto trovare delle vere alternative alle discariche

foto

 

Stiamo assistendo a vergognose repliche di una farsa messa in atto da un teatrino della politica che svilisce l’intelligenza dei cittadini.

Di cosa stiamo parlando?

Di quello che sta avvenendo intorno al Lotto 6 (la nuova discarica provinciale).

Si sono nuovamente tutti compattati e parliamo dei Sindaci che si sono riuniti  ieri nella riunione dell’Ato Rifiuti, dove NOI ingenuamente pensavamo avrebbero presentato e discusso un PIANO B alternativo alla discarica provinciale.

Vogliamo ricordare che il Lotto 6 è bloccato dalla Questura che sta svolgendo indagini e al momento non è ipotizzabile la durata di questo fermo. Questo è un dato di fatto e quindi…. la logica vorrebbe che si trovasse immediatamente una soluzione alternativa.

Noi pensavamo, ingenuamente, che questa sarebbe stata la volta buona grazie al  blocco della Questura e che  questa amministrazione e la provincia finalmente mettessero in atto una vera programmazione per un ciclo virtuoso dei rifiuti e finalmente si scrivesse la parole fine a 37 anni di discariche.

Invece, per l’ennesima volta hanno votato tutti a favore della realizzazione del Lotto 6. La domanda sorge spontanea, ma allora perché si sono riuniti? Forse per permettere anche a Sanremo di allinearsi? Ieri, alla riunione, era presente il vice-sindaco Faraldi (PD) che, come aveva fatto in precedenza Riccardo Giordano (sempre PD)  durante il  consiglio provinciale del 31 marzo u.s., ha usato quasi le stesse parole:“Oggi votiamo perché è l’unica possibilità, diciamo chiaramente davanti a tutti che non voteremo mai un eventuale Lotto 7”. 

37 anni di discariche sul ns. territorio, un blocco della Questura ed ancora parlano del Lotto 6 come unica alternativa ma ripetono chiaramente che non voteranno il Lotto 7?

Forse un  un pochino di pudore e rispetto per l’intelligenza dei cittadini sarebbe d’obbligo..

Alla riunione non era presente l’assessore all’ambiente Nocita che in un suo comunicato stampa, solo qualche giorno fa, ribadiva: “La nostra Amministrazione è del tutto contraria, per cultura, all’abbancamento dei rifiuti in discarica ed alla realizzazione in particolare del futuro Lotto 6 …”. Ed è per questo che hanno votato a favore?

 Nota di colore o dolore: non ci è stato permesso assistere alla riunione perché i Sindaci hanno votato democraticamente di lasciarci fuori. Non importa se ci fossero anche 3 Consiglieri comunali in rappresentanza di Sanremo, Imperia e Taggia. Per lo Statuto del Comune di Sanremo ciascun consigliere comunale rappresenta l’intero Comune invece qui ad Imperia diventiamo “spettatori che potevano turbare le delicate tematiche che dovevano essere affrontare con serenità e tranquillità”.

Ovvero  riconfermare per l’ennesima volta l’assoluta necessità della nuova discarica provinciale, nonostante ci siano in atto le indagini della Procura, non aspettando i risultati delle indagini epidemiologiche, con un costo di 41 milioni di euro per una discarica pubblica che verrà gestita da un privato  che durerà un paio di anni e che dovrebbe traghettare ad un impianto di cui non si sa nulla.

Tutto questo nonostante le norme comunitarie e regionali  ci impongano di fare una raccolta differenziata a norma di legge che creerebbe numerosi posti di lavoro oltre a un grande risparmio per i cittadini e soprattutto verrebbe preservata la salute di tutti e l’ambiente.

Si entrerà in emergenza perché, diciamolo chiaro, è mancata una vera programmazione e non è certo colpa della Procura o di chi si oppone alle discariche. L’emergenza non sarà causata da un’improvvisa calamità naturale ma da una lunga e reiterata inefficienza della macchina amministrativa che non ha mai voluto trovare delle vere alternative alle discariche.

Noi, come MoVimento 5 Stelle Sanremo ci dissociamo totalmente da questo modo di agire e continueremo nella ns. battaglia a fianco delle associazioni e dei cittadini. Vogliamo ringraziare la Procura e la Questura  per il grande lavoro che stanno svolgendo e ricordargli che non sono soli ma sono supportati da noi cittadini che abbiamo piena fiducia in loro e ci auguriamo che possano svolgere le loro indagini nella massima tranquillità.

Ricordiamo inoltre che i  deputati del  MoVimento 5 Stelle hanno presentato un’interrogazione parlamentare proprio sul Lotto 6, dove viene richiesto al   Ministero di  intervenire per fermare la discarica perché il futuro di tutti non può essere seppellito, ancora una volta.   Occorre che vengano messe in atto politiche nel pieno rispetto della legge, della salute dei cittadini, della salvaguardia dell’ambiente e il tutto inoltre permetterebbe la creazione di numerosi posti di lavoro.

Quindi ribadiamo forte e chiaro: No al Lotto 6, Sì al programma Rifiuti Zero.

 

AGGIORNAMENTO

Leggiamo oggi 10 Agosto 2014 su La Stampa le affermazioni del vice Sindaco che si contraddice e ci accusa di strumentalizzazione, in quanto venerdì nella riunione ATO ad Imperia non avrebbero votato a favore del Lotto 6.

Primo: è inutile che il dr. Faraldi  affermi che noi sappiamo come sono andate le cose, dal momento che ci hanno lasciato fuori dalla riunione e quindi quello che è successo, in attesa di leggere i verbali, siamo costretti a leggerlo sui giornali. Proprio su Sanremonews ci sono state le affermazioni del Vice Sindaco e questo è il link:

e questo quanto dichiara: “…..Vorrei precisare che, se era per me non avremmo approvato nemmeno il Lotto 5 e tanto meno il 6. OGGI VOTIAMO perché è l’unica possibilità, ma diciamo chiaramente davanti a tutti che non voteremo mai un eventuale Lotto 7”

Complimenti per la coerenza.

Movimento 5 Stelle Sanremo

 la stampa di oggi 10 agosto

Lascia una risposta