Chiediamo le dimissioni dell’Assessore all’ambiente

Il M5S Sanremo dopo quanto avvenuto il 30 in Consiglio Comunale ha chiesto ed ottenuto l’audio delle gravi affermazioni dell’assessore Nocita che tutti potranno riascoltare nel video

 

 

Il M5S Sanremo chiede all’Assessore di fare i nomi di CHI, secondo lui, avrebbe fatto disinformazione.

“La disinformazione, nelle scienze della comunicazione è l’attività malevola che mira a fornire e diffondere deliberatamente informazioni false, fuorvianti o non oggettive, distorcendo o alterando la realtà dei fatti allo scopo di ingannare, confondere o modificare le opinioni di qualcuno verso una persona, un argomento, una situazione, traendone spesso vantaggio (da Wikipedia).”

Nel caso in cui l’affermazione fosse rivolta al M5S Sanremo vorremmo ricordare che i dati da noi forniti, come già specificato in Consiglio Comunale, sono stati raccolti dal sito istituzionale della regione Liguria (speriamo che le conoscenze dell’assessore evitino una querela a ww.ambienteinliguria.it)

Il M5S Sanremo inoltre vuole sottolineare alcuni aspetti emersi durante il Consiglio Comunale del 30 e nello specifico il rapporto tra la maggioranza e l’assessore all’ambiente Nocita.

E’ parsa evidente a tutti la frattura che si è consumata nella sala Consiliare tra le due parti. Infatti mentre l’assessore Nocita illustrava nel suo intervento i vantaggi che il comune di Sanremo avrebbe avuto scegliendo ATA S.p.A di Savona per l’affidamento della raccolta differenziata, la stessa maggioranza proponeva un ordine del giorno che andava nella direzione opposta: cioè l’affidamento del servizio ad AMAIE Energia!

Capiamo il nervosismo dell’Assessore nel vedersi isolato dalla sua stessa maggioranza, ma abbandonarsi ad affermazioni pesanti e lesive senza specificare esattamente a chi fossero rivolte, lo reputiamo grave.

Per tutti questi motivi ribadiamo la nostra richiesta: le dimissioni dell’Assessore.

MoVimento 5 Stelle Sanremo

Chiudono la Sanremo Promotion! Una ns. bella vittoria

Sanremo – 

FINALMENTE!!! E’ una ns. battaglia dal 2011 è da allora che chiediamo la liquidazione di questa partecipata che è sempre stata una voragine di soldi pubblici senza mai essere riuscita a rilanciare turisticamente Sanremo.

Beppe durante il suo spettacolo del 10 AGOSTO 2011, al minuto 4.24, illustrava una delle manifestazioni organizzate dalla Sanremo Promotion: le pupe e il secchiello, costata 100.000 euro.

 

A questo link troverete sul meetup il thread relativo

Avevamo presentato anche un emendamento in Comune: clicca QUI

event_419073472