“PROPORRE UN ORDINE DEL GIORNO A FAVORE DELLA TRASPARENZA A SANREMO DIVENTA UN INSULTO”

blog

Il M5S Sanremo rende noto il testo dell’O.d.G. presentato in Consiglio, il 28 novembre, per la richiesta dello streaming del Consiglio Comunale e delle Commissioni e che ha destato tanto clamore.

La maggioranza ha affermato che non l’avrebbe votato in quando in fondo all’O.d.G. c’era scritto “impegna il sindaco e la Giunta”, allora il M5S per la piena condivisione ha emendato la frase con “impegna la 4° commissione e il Consiglio Comunale” e a questo punto il M5S è stato accusato di aver insultato la 4° Commissione e il Consiglio Comunale.

Proporre ordini del giorno con iniziative a favore della trasparenza, dell’informazione e della piena partecipazione dei cittadini, per far risparmiare la collettività e modificare una frase per la piena condivisione di tutto il Consiglio Comunale: diventa un insulto.

E meno male che questa amministrazione, nelle linee di mandato scriveva che…”sarà indispensabile che gli amministratori ed i cittadini di Sanremo compiano insieme un cambiamento di rotta, …che li porti a lavorare fianco a fianco con franchezza e fiducia reciproca, senza nascondere né esasperare le difficoltà…”.

Evidentemente non era compreso il MoVimento 5 Stelle, dimenticando che siamo cittadini e come tali portiamo avanti iniziative per la max partecipazione di tutti.

Lo streaming andava proprio in questa direzione.

Lo stesso O.d.G. presentato in altri Comuni sempre dal M5S è stato approvato. Qui, a Sanremo, diventa un insulto.

MoVimento 5 Stelle Sanremo

Lascia una risposta