Il Cuore del pianto

Movimento 5 Stelle sanremo - Il Cuore del pianto

La nostra portvove Paola Arrigoni:
Oggi, sono 30 giorni da quando abbiamo iniziato con il Presidio #NoLotto6, in questo mese ho incontrato tantissime persone, tutte mi hanno donato qualcosa a livello emotivo, di conoscenza e sono nate nuove amicizie. Sono sicuramente una persona diversa, forse migliore.
Molte persone hanno condiviso con me, e li ringrazio,  la loro storia di grandissima sofferenza dovuta alla malattia, sono tutti residenti vicino alla discarica.
Iniziavano la loro storia con un forte pudore, timidezza, quasi con vergogna. Tutto comprensibile, non è facile aprirsi con una estranea.
Io non chiedevo niente anche perché non potevo immaginare che dietro ad un giovane, o a una persona solare potessero nascondersi drammi di tale portata.
Prima  mi studiavano e poi mi guardavano sempre negli occhi ….nel profondo ….ti scavavano dentro e solo dopo…. si lasciavano andare.
Non so cosa  cercassero, ma io so cosa ho visto nei loro occhi: PAURA.
Paura, non solo per la malattia, non solo.
Tante volte ho sentito: “ci hanno lasciati soli, finalmente dopo 40 anni qualcuno ha trovato il coraggio.”
Molti ti ringraziano, altri ti stringono forte la mano, altri ti abbracciano, con altri si piange insieme.
Al presidio non ci sono ‘i grillini’ ma c’è una grande comunità, dove si combatte anche per chi non ha più voce, per chi non ha più forza, per chi ha perso la speranza.
Avete visto tutti la testimonianza di Cinzia e proprio per lei, abbiamo appeso un grande cuore al presidio.
Di solito si dice il muro del pianto, il nostro è il cuore del pianto
Lei ci aveva pregato di prendere il foglio che aveva preparato per noi e di metterlo al presidio in modo che potessero vederlo tutti.
L’abbiamo fatto. In questo cuore verranno esposte tutte le testimonianze di persone malate che vorranno condividere con noi la loro sofferenza perché se si è in tanti a portare il dolore, fa meno male.
Il loro dolore diventerà di tutti e sarà da monito per continuare a lottare contro la nuova discarica provinciale.
Presidio #NoLotto6, nel cuore di tutti.
Paola

 

Lotto 6: lavori Domenica senza autorizzazione – Ci incateneremo

Movimento 5 Stelle sanremo - olive_giganti_rotonda_quadrivio_rossat_2015_1
Il Comune di Sanremo, attraverso l’Ufficio ai Lavori Pubblici, ha concesso la prosecuzione dei lavori nel Lotto 6 anche nei giorni festivi. Ora, non comprendiamo quale sia stata la motivazione tanto urgente per rilasciare questa autorizzazione.
Chiediamo che venga spiegata ai residenti che dal 27 luglio, giorno di inizio dei lavori, non hanno mai avuto un attimo di tregua.
Oggi, Domenica, dal presidio #NoLotto6 si sente un rumore assordante, è stato fatto un video.
Ora, i permessi sono stati rilasciati dal Comune di Sanremo alla Idroedil ma non da quello di Taggia, ci devono spiegare come si possa fare ‘la suddivisione’ del rumore tra i vari Comuni dal momento che è un unico cantiere.

I residenti si sentono presi in giro, L’Ufficio Tecnico del Comune di Sanremo rilascia i permessi ma il Vice Sindaco e l’amministrazione sono contrari a questo provvedimento?
Il risultato è che sono i residenti a pagare sulla propria pelle questa dicotomia.
Inoltre da un lato si concede di lavorare anche nei festivi e dall’altro si richiede la sospensione dei lavori in Provincia?

Ricordiamo inoltre che la richiesta per lavorare nei festivi, è stata presentata dalla Idroedil lo scorso 18 agosto ed ha ottenuto il nullaosta il 28 agosto dal Comune di Sanremo ma non quello di Taggia, questo significa che il 16 di Agosto e il 23 di Agosto entrambi festivi la Idroedil ha lavorato senza avere i permessi.
Chiediamo spiegazioni di quanto avvenuto e quali provvedimenti siano stati  adottati in merito.

Oggi, ci sarà una manifestazione ad Arma di Taggia, il ritrovo sarà alle ore 18.15 al quadrivio Rossat davanti alle installazioni delle 3 Olive, ci incateneremo per dimostrare che le scelte sbagliate delle amministrazioni e della Provincia procurano grande sofferenza a tutta la collettività ed è venuto il momento di chiedere un vero futuro per tutti che non passa certo attraverso una discarica.
Vogliamo tranquillizzare i Sindaci che si preoccupano ‘dell’ordine pubblico’ che i cittadini sono pacifici ed è un loro diritto manifestare, che si preoccupino invece di trovare una soluzione alternativa al più presto alla devastazione che sta avvenendo al Lotto 6.

Movimento 5 Stelle Sanremo

 

Il grido straziante di una mamma: Basta discariche

Vi chiediamo di guardare e soprattutto ascoltare le parole di questa mamma.
Il suo dolore è diventato il nostro.
Le sue parole ti scavano dentro. Fermiamo questa follia: fermiamo il Lotto 6.
Basta discariche sul nostro territorio. BASTA A QUESTA SOFFERENZA!
BASTA!!!

Domenica 30 (domani) alle 18.30 faremo un’altra manifestazione, questa volta ad Arma di Taggia. Il ritrovo è alla rotonda del quadrivio Rossat, dove hanno posizionato le olive.
Ci incateneremo tra di noi per dimostrare che la sofferenza e il dolore per questa nuova discarica unisce tutti.
Rompiamo queste catene che durano da 40 anni, fermando il Lotto 6.
Basta discariche! La nostra collettività merita un vero futuro.
 
Movimento 5 Stelle Sanremo - grido starziante di un mamma
 Paola Arrigoni:
Oggi ho incontrato questa mamma, aveva preparato questo foglio per noi e per chiederci di metterlo al Presidio ‪#‎NoLotto6‬. Lo faremo sicuramente ma non solo…. chiediamo a tutti voi di farlo girare il più possibile, ovunque.
Il suo grido di dolore deve raggiungere tutti.
Lei si è sentita lasciata sola, ora non lo sarà più!
Oggi, il suo dolore è diventato il nostro.
Combattiamo insieme, basta discariche!
Presidio #NoLotto6, nessuno sarà più solo.

Primocanale – Intervista al presidio del M5S #NoLotto6

Questa mattina un inviato di Primocanale è venuto a Beuzi per documentare la situazione del nostro Presidio e dei lavori del nuovo Lotto della discarica Collette Ozotto.

E’ stata intervistata la nostra portavoce Paola Arrigoni, un abitante della zona Alberto Cerutti e due esponenti delle Mamme Contro il Lotto 6.

Si sente tristemente il rumore di fondo delle macchine che stanno distruggendo la collina.

Mappa del presidio

Movimento 5 Stelle Sanremo

movimento 5 stelle sanremo primocanale intervista presidio nolotto6

Raccolta differenziata – Esposto alla Corte dei Conti, pagheranno Sindaci ed Assessori


Il M5S Sanremo ha presentato i primi di agosto esposto alla Corte dei Conti per mancato raggiungimento da parte dei comuni ricadenti nella Provincia di Imperia degli obiettivi stabiliti dalla vigente normativa in materia di raccolta differenziata dei rifiuti.

L’art. 205 del D. Lgs. 03/04/2006 n. 152 ribadisce che in ogni ambito territoriale ottimale dovesse essere assicurata una raccolta differenziata dei rifiuti urbani pari alle seguenti percentuali minime di rifiuti prodotti di:
a) almeno il 35% per cento entro il 31 dicembre 2006;
b) almeno il 45% per cento entro il 31 dicembre 2008;
c) almeno il 65% per cento entro il 31 dicembre 2012
Il mancato rispetto delle disposizioni normative e il raggiungimento di soglie di raccolta differenziata sensibilmente inferiori a quelle previste, ha comportato a carico dei Comuni della Provincia di Imperia il pagamento di oneri aggiuntivi per il conferimento in discarica del materiale che avrebbe dovuto essere destinato alla raccolta differenziata, arrecando un consistente danno patrimoniale alle casse dell’Ente.
E’ opinione degli esponenti che la situazione di grave ritardo dei vari Comuni dell’imperiese nell’adeguamento ai parametri minimi di raccolta differenziata fissati dalla legge derivi da un concorso di responsabilità sia dei soggetti politici che hanno omesso di adottare le scelte di indirizzo necessarie o comunque hanno omesso di verificare l’adeguatezza di tali scelte al contesto normativo, sia dei soggetti che, preposti al servizio con incarichi dirigenziali, non hanno adottato alcuna iniziativa amministrativa efficace volta al raggiungimento degli obiettivi di legge.
Ai sensi degli artt. 50 e 54 del D.lgs. 267/2000, infatti, al Sindaco è attribuito il compito di sovrintendere al corretto funzionamento degli uffici e dei servizi comunali, con un correlativo dovere di attivazione di tutte le misure più opportune, di indirizzo, di vigilanza e di intervento in caso di violazioni di legge, irregolarità o disfunzioni.
Tale responsabilità è condivisa con gli assessori cui siano affidati poteri specifici volti al corretto funzionamento di servizi, uffici e all’esecuzione di quegli atti relativi al Settore cui sono preposti.

Competeva ai Sindaci e agli assessori in carica nei periodi di riferimento, in quanto diretti e primi responsabili dell’amministrazione comunale, attivare i propri poteri di indirizzo e controllo sugli uffici al fine di assicurare il raggiungimento degli obiettivi legislativamente previsti (e sanzionati).

Con l’esposto si chiede alla Corte dei Conti della regione Liguria di avviare un’istruttoria volta a stabilire:
– se sia effettivamente sussistente e a quanto ammonti esattamente il danno erariale patito dai succitati Comuni ricadenti nella Provincia di Imperia, in relazione alla mancata attuazione delle disposizioni di legge in materia di percentuali minime di raccolta differenziata;
– a quali soggetti (amministratori o dirigenti) sia ascrivibile la responsabilità nella produzione del suddetto danno.

Nel nostro video (sopra) i cittadini potranno vedere i Sindaci che hanno votato nel 2013 a favore della realizzazione del Lotto 6 e non si sono adoperati invece per raggiungere gli obiettivi di legge del 65% della raccolta differenziata, loro  potranno essere sanzionati dalla Corte dei Conti.