Il M5S Sanremo risponde alle pesanti insinuazioni del sig. Ghilardi.

Essere a favore dei Rifiuti Zero equivale a: “istigazione alla violenza”.

Ecco la risposta della nostra portavoce Paola Arrigoni alle pesanti insinuazioni mosse nei nostri confronti:

“Sono basita nel leggere le affermazioni fatte dal sig. Massimo Ghilardi amministratore della ditta Idroedil S.r.l. e trascritte negli atti della Commissione Parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti  e relative alla mia persona e al Movimento 5 Stelle.

Capisco che possa ‘odiarci’ dal momento che come M5S Sanremo abbiamo fatto esposti, striscioni, diversi video, manifestazioni pacifiche, interrogazione parlamentare e ci siamo rivolti anche a Beppe Grillo che ha effettuato un sopralluogo a Collette Ozotto e ha portato il caso a livello nazionale.

Tutto questo per cercare di evitare una nuova discarica provinciale che avrebbe sventrato un’altra collina per farcirla di rifiuti, il famoso lotto 6 e per chiedere finalmente l’attuazione di un ciclo virtuoso dei rifiuti, con il programma Rifiuti Zero.

Noi siamo un movimento pacifico e questo è acclarato, coerenti e quindi siamo per la difesa dell’ambiente, la salvaguardia della salute pubblica ed è ovvio che non potremo MAI essere a favore delle discariche.

Credere fermamente che il rifiuto possa diventare una risorsa, salvare l’ambiente per le generazioni a venire e preservare la salute di tutti significa per il Sig. Ghilardi “istigazione alla violenza”?

Se il sig. Ghilardi ha subito attentati nella sua discarica, continui a rivolgersi agli organi competenti denunciando i fatti, saranno le Forze dell’Ordine e la Magistratura che stanno effettuando un eccellente lavoro a svolgere indagini scrupolose al riguardo. Si affidi a loro con fiducia come facciamo noi del MoVimento 5 Stelle Sanremo.

Noi, in tutti questi anni, abbiamo avuto la costanza, il coraggio, la determinazione di proporre continuamente che venisse attuato un vero ciclo virtuoso dei rifiuti con l’applicazione del programma Rifiuti Zero.

Questo per noi, come movimento 5 Stelle è la normalità, per il Sig. Ghilardi è “istigazione alla violenza”.

Paola Arrigoni
Movimento 5 Stelle Sanremo

foto

 

 

11078009_901215309928750_6691422081729347293_n

 

Non si può dire NO.

(articolo del 24 settembre 2014)

Il MoVimento 5 Stelle Sanremo segue con particolare attenzione quello che sta succedendo in questi giorni con AMAIE S.p.A. e con la richiesta da parte del Comune della possibilità di affidargli “in house” il servizio di spazzamento e raccolta rifiuti urbani, proposta che condividiamo.

Siamo rimasti perplessi quando c’è stato il rifiuto da parte dell’AMAIE, motivato con una lettera ed ora di un parziale ripensamento.

Basterebbe andare sul sito online dell’AMAIE S.p.A e leggere sotto il loro logo:
” Unico Socio Comune di Sanremo” e più sotto:
“Società soggetta all’attività di direzione e controllo del Comune di Sanremo”

Attività di direzione: questo significa che il soggetto che dirige è il COMUNE, ovvero che l’AMAIE non ha autonomia gestionale e quindi…. il Comune detta gli ordini di gestione e la carta dei servizi.

L’AMAIE S.p.A. che è controllata dal Comune di Sanremo al 100% non può decidere nulla: è il Consiglio Comunale che dal punto di vista politico impartisce l’indirizzo gestionale della propria partecipata. Quello attuativo sarà impartito dall’Assessore.

La Suprema Corte ha sottolineato le differenze esistenti tra società partecipata (quota di partecipazione del Comune inferiore al 100%) e società in house (quota di partecipazione del Comune al 100%), definita quest’ultima come anomalia nel panorama societario.
La società in house agisce in totale assenza di un potere decisionale proprio e in conseguenza del totale assoggettamento dei suoi organi al potere gerarchico dell’ente pubblico titolare della partecipazione sociale, circostanza questa che fa di tale società una longa manus della pubblica amministrazione.

Secondo la Suprema Corte la nozione di società partecipata non equivale all’in house, poiché quest’ultima è caratterizzata dall’assenza di un potere decisionale proprio e dall’impossibilità di individuare nella società un centro d’interessi distinto rispetto all’ente pubblico che l’ha costituita e per il quale essa opera.

Le società in house, dunque, si differenziano dalle società partecipate per il fatto che le prime hanno solo la forma esteriore delle società e costituiscono, non soggetti esterni ed autonomi, ma articolazioni delle pubbliche amministrazioni.

Quindi, secondo il M5S Sanremo, l’Amaie non può decidere nulla, specialmente per una funzione importante come la gestione dei rifiuti complessiva. Se il Consiglio Comunale decide di affidare il servizio totale all’Amaie, quest’ultima non si può rifiutare.

MoVimento 5 Stelle Sanremo

Per maggiori info
– La sentenza della Corte di Cassazione, sezioni unite civili, n. 26283 del 25/11/2013
– l’art. 147 quater del TUEL, introdotto dall’art. 3, comma 1, lettera d), legge 213/2012, ha disposto l’obbligo per le Amministrazioni locali di definire gli obiettivi gestionali a cui devono tendere le rispettive società partecipate, secondo parametri qualitativi e quantitativi

La ns. prima volta….in Consiglio Comunale.

prima del consiglio25 giugno 2014
Primo Consiglio Comunale a Sanremo del MoVimento 5 Stelle
Buonasera a tutti, questo mio primo intervento è stato concordato con Paola e con i ragazzi del movimento 5 stelle di Sanremo.  Sia io che Paola parleremo sempre a nome del movimento, dei cittadini e di tutti coloro che ci hanno votato.
E’ la prima volta che entriamo in consiglio comunale, ringraziamo tutti quelli che ci hanno votato e siamo pronti a studiare molto per capire appieno e velocemente il funzionamento della macchina comunale per far partecipare attivamente tutti i cittadini.

 Siamo pronti e disponibili a collaborare per il bene della città, ma la nostra opposizione quando necessario, sarà veramente dura e senza sconti, la coerenza e il coraggio non sono mai mancati nei sette anni di Meetup e durante la campagna elettorale lavorando sempre con tenacia e determinazione.

Abbiamo inviato una lettera aperta al Sindaco e lo ringraziamo per la pronta risposta. Dalla lettera si evince la nostra grande preoccupazione per evitare la realizzazione del lotto 6, la nuova discarica provinciale che devasterebbe ancora una volta l’ambiente e il territorio con ulteriori ripercussioni sulla salute pubblica e da qui la necessità di approntare immediatamente una raccolta differenziata porta a porta spinta con una gestione in house, che ci permetta finalmente di raggiungere e superare il fatidico 65% previsto dalla legge. Oggi sul giornale abbiamo letto che l’assessore Nocita si sta muovendo in tal senso, apprendiamo con soddisfazione questa notizia che speriamo venga confermata al più presto dai fatti e diamo la nostra massima disponibilità per una fattiva collaborazione e controllo.

Le bottigliette di vetro con le quali ci siamo presentati a questo primo Consiglio Comunale, sono un piccolo contributo per la riduzione dei rifiuti e un richiamo sull’importanza dell’acqua del Sindaco, l’acqua pubblica che vorremmo venisse utilizzata anche in queste occasioni.

La nostra non sarà un’opposizione passiva ma collaborativa in tutti i progetti che riterremo condivisibili e presenteremo proposte e idee utili per migliorare la qualità della vita di tutti.

Contrasteremo tutte le illegittimità che incontreremo per denunciarle alla collettività, sperando che non ce ne sia mai bisogno, e il nostro ruolo sarà di verifica dell’attività amministrativa sulla legittimità degli atti e su tutto l’operato della maggioranza.

Siamo contrari alla vendita del patrimonio pubblico e all’aumento delle tasse per fare cassa, non possono essere sempre i cittadini a pagare per una cattiva amministrazione e ci auguriamo che tutto questo non avvenga. Siamo cittadini prima che consiglieri, abbiamo le idee chiare e siamo liberi, non siamo vincolati da ordini di scuderia e agiremo esclusivamente nell’interesse della collettività.

E’ iniziato il nostro fiato sul collo che sicuramente sarà da stimolo per tutti.

Concludiamo facendo sinceri auguri a tutto il Consiglio Comunale, agli assessori, al Presidente al vice Presidente e in particolare a Lei Sindaco, auguri di buon lavoro.

Noi come consiglieri comunali del M5S faremo la nostra parte con lealtà, onestà, passione e grande entusiasmo.

 

Lettera al Sindaco

lettera_sindaco_1

 

lettera_sindaco_2

 

La risposta del Sindaco Biancheri:

“La gestione dei rifiuti a Sanremo, un approccio più moderno nella produzione dei rifiuti urbani, il superamento di un vecchio sistema di smaltimento, la questione pendente dell’appalto in corso rappresentano una delle emergenze a cui con la mia Amministrazione cercherò di dare delle risposte. Nodi annosi che affronterò in termini di innovazione, buongoverno del territorio e attenzione per le esigenze dei cittadini. Uno dei miei obiettivi principali è arrivare ad un cambio di rotta nella raccolta differenziata dei rifiuti, raggiungendo gli obiettivi che la legge impone e da cui purtroppo siamo parecchio distanti, attraverso un sistema di raccolta porta a porta spinta come da programma elettorale. Un approccio serio e moderno può portare a risultati importanti in tempi ragionevoli, come molti esempi vicini a noi ci dimostrano. Ciò ci consentirà di affrontare con responsabilità e autorevolezza il problema del lotto 6, deciso dall’ATO provinciale negli anni scorsi e a cui l’Amministrazione precedente ha fatto resistenza fuori tempo massimo”.

“Abbiamo rispetto del lavoro della Magistratura e attendiamo con trepidazione l’esito chiarificatore della lunga ed impegnativa indagine di cui leggiamo sui giornali. È chiaro che anche questi esiti saranno utili al nostro lavoro per assumere le migliori decisioni in merito. Il mio impegno sarà, come ho sempre detto, di massima tutela per il territorio, di grande responsabilità verso la salute dei cittadini e di attenzione per l’uso delle risorse pubbliche. A questi unici principi sarà ispirata ogni mia decisione ed azione amministrativa, nell’apertura e nell’ascolto verso ogni contributo utile al bene della collettività”.

Ispezione della Polizia alla discarica di Collette Ozotto


 

Il Movimento 5 Stelle Sanremo ha appreso oggi (27/05/2014) del blitz effettuato dalle Forze dell’Ordine all’interno della discarica di Collette Ozotto.
 
Siamo contenti perché per noi è fondamentale la completa trasparenza e questo blitz ci auguriamo che porti tutto alla luce. Sono anni che lottiamo contro la discarica ed attendiamo con estrema fiducia l’esito delle indagini e ringraziamo le Forze dell’Ordine per il lavoro che svolgono in tutti i settori. Noi vogliamo pensare ad un nuovo futuro dove le discariche possano essere solo un lontano ricordo e ci auguriamo che quel giorno non sia lontano ecco perché continueremo a portare avanti il programma Rifiuti Zero.