Petizione: libera musica per Artisti di Strada

downloadAbbiamo appena lanciato questa petizione. Se anche per te è assurdo che un artista di strada per suonare con l’amplificatore, nella città della musica, debba essere diplomato al Conservatorio o aver sostenuto 3 esami (di non si sa bene cosa) o essere iscritto alla SIAE, allora firma la petizione.

Le discriminazioni messe in atto dal Comune di Sanremo verso gli Artisti di strada sono:

• Nessuna speranza di intrattenere sanremesi e turisti per gli oltre 8000 artisti italiani iscritti a Soundreef, società di gestione dei diritti d’autore alternativa alla SIAE. Per il Comune di Sanremo esiste solo la SIAE.

• Nessuna speranza di esibirsi nelle strade della città della Musica amplificando il proprio strumento per i tanti validi artisti che, formatisi come autodidatti o allievi di prestigiose scuole musicali italiane o estere, non abbiano sostenuto esami in conservatorio.

Ma vi sembra logico?

Petizione online per la demolizione dell’ecomostro di Portosole a Sanremo


Il M5S Sanremo dopo aver presentato l’ennesima interpellanza in Consiglio Comunale ha lanciato da poche ore anche la petizione online rivolta al Sindaco di Sanremo e ha ottenuto quasi immediatamente un centinaio di firme.

Questo il testo:

BASTA CON L’ECOMOSTRO DI PORTOSOLE A SANREMO!

“Una  struttura  che dal 2002 è uno scheletro fatiscente che irrompe in modo imbarazzante nel profilo fronte mare della città di Sanremo, un tratto della caratteristica passeggiata a mare Trento-Trieste di Sanremo che è uno dei luoghi più suggestivi della riviera ligure riducendo le aree della zona ad un ambiente di degrado e di abbandono.

Qualsiasi struttura in cemento armato abbandonata per più di un decennio può aver subito un processo di degrado meccanico dovuto all’erosione attraverso gli agenti atmosferici, di degrado chimico a causa della vicinanza all’ambiente marino con forte aggressività dei sali trasportati dall’atmosfera e non ultimo un processo di corrosione delle armature di acciaio impiegate nella struttura e quindi difficilmente recuperabile.
E’ innegabile che l’eco mostro ha creato e crea un grave danno d’immagine alla città, al suo turismo e alla collettività!

Chiediamo al Sindaco di Sanremo di  verificare la possibilità di intimare una ordinanza urgente di demolizione ai proprietari del mostro di cemento ai sensi dell’art. 54 del D. Lgs. n. 267/2000, da effettuare a loro spese e senza soldi pubblici, al fine di preservare la sicurezza urbana; considerate le irregolarità urbanistiche e l’usura della struttura ormai fatiscente – dovuta a decenni di incuria – l’unica soluzione è l’abbattimento e la progettazione di un futuro sostenibile per l’area antistante Portosole.

La demolizione  del mostro di cemento e la messa in sicurezza dell’area sarà una vera e propria liberazione, una rinascita per Sanremo: rappresenterebbe un modo nuovo di amministrare il territorio attraverso la tutela e valorizzazione dell’ambiente.”

Il M5S Sanremo oltre la petizione online ne ha preparata anche una cartacea, entrambe verranno consegnate al Sindaco di Sanremo, a breve verranno organizzati punti raccolta firme e banchetti dove la cittadinanza potrà firmare.

Basta con questo ecomostro!

MoVimento 5 Stelle Sanremo