Emendamento per bagno per disabili bocciata dal Consiglio Comunale

Illustrare  in Consiglio le richieste che sono arrivate da una persona con disabilità e di conseguenza presentare un emendamento per l’acquisto di un bagno mobile, completo di rampa di accesso, da posizionare al Palafiori o in p.zza Colombo (utilizzando l’avanzo di bilancio) per  sopperire a delle gravi carenze dell’amministrazione per il PD significa: “voler mettere bandierine politiche sui problemi dei disabili.” 
C’è il video con la presentazione dell’emendamento e anche l’intervento della nostra portavoce in Consiglio Comunale, che risponde ai vari attacchi, in modo che tutti possano farsi un’idea in merito.
Farsi portavoce di gravi problematiche che arrivano come segnalazioni, esporle in Consiglio comunale ed illustrare le soluzioni che vengono proposte proprio da chi le vive è voler mettere le bandierine? Oppure è semplicemente ascoltare i cittadini e portare la loro voce in Consiglio, trovare insieme delle soluzioni facilmente attuabili  ed immediatamente operative,  trovando anche la copertura contabile?
Difficile da comprendere da questa amministrazione che è lontana anni luce dai cittadini.
Ieri sera è emerso, grazie alla segnalazione della sig.ra Cinzia, di cui il M5S è stato semplice portavoce, una gravissima problematica che prima non era mai stata presa in considerazione.
Infatti il ns. O.d.G. per attivare il PEBA è stato votato all’unanimità, poi alla presentazione dell’emendamento è successo ‘il delirio’. L’emendamento era il naturale proseguimento dell’O.d.G. che in attesa dell’avvio della progettazione da parte del PEBA poteva essere la soluzione rapida con l’acquisto di un bagno per persone con disabilità da posizionare immediatamente per sopperire a un gravissimo  disagio che era stato denunciato.
Purtroppo  i progetti e le idee, da questa amministrazione,  non vengono valutate soltanto per la loro ‘bontà’ e fattibilità ma sulla base di chi li presenta e ieri sera ne è stata l’ennesima prova, come  le ns. numerose mozioni  che sono ferme in qualche ufficio,  alcune da tre anni, invece di approdare in Consiglio Comunale.
M5S Sanremo

Posto disabili interdetto, un semplice DISGUIDO ORGANIZZATIVO?

La risposta del vice Sindaco è un tantinello caotica oltre che irritante.
Quanto è avvenuto è innegabilmente grave, ridurlo a un semplice DISGUIDO ORGANIZZATIVO senza nemmeno chiedere scusa ai diversamente abili di quanto avvenuto e senza nemmeno affermare che avrebbero posto massima attenzione nel salvaguardare i posti riservati ai diversamente abili:  è ulteriormente grave.
Affermare che ‘il disguido organizzativo’ PERALTRO IMMEDIATAMENTE RISOLTO suona come  ‘non facciamola troppo lunga,  siamo intervenuti subito”
Diciamo che visto il clamore mediatico non potevano fare altrimenti.
Ora, il posto per disabili era transennato già dal 27 gennaio e il cartello del divieto invece diceva dal 2 febbraio, quindi anche qui ci sarebbe da chiarire.
Il vicesindaco afferma che hanno aumentato i posti per disabili in città e quindi? Cosa significa? 
Dal momento che ci sono più posti in città quel parcheggio riservato ai disabili poteva essere dato in esclusiva ad un evento di Radio2?
Il Vice Sindaco afferma che ERRONEAMENTE è stata citata Radio2. ERRONEAMENTE? Evidentemente ci deve essere un altro DISGUIDO, sempre da parte loro, perché nell’AVVISO che avevano messo  sullo stallo verticale (ci sono video e foto) c’è scritto: 
“Il parcheggio della seguente area, dal 2/2/2017 al 14/2/2017 RIMARRA’ A DISPOSIZIONE ESCLUSIVA DELL’EVENTO RADIO2 IN THE CLUB”
Quindi quale errore? Abbiamo riportato solo quello che c’era scritto!
Infine trincerarsi  dietro un evento che verrà organizzato  – o meglio hanno CONCESSO OSPITALITA’  – a un gruppo musicale per disabili  al Palafiori, durante il Festival, per scrivere che questa iniziativa è un ulteriore segno di vicinanza e condivisione dell’amministrazione…….  è di una tristezza infinita.
La città deve essere vivibile da tutti, senza distinzioni, tutto l’anno.
La risposta del vice sindaco dimostra che chi ci amministra è lontano anni luce dalla realtà di quanto avviene nella nostra città.
Dal momento che anch’io faccio parte del Consiglio Comunale vorrei scusarmi per quanto è successo che reputo grave nei confronti delle persone diversamente abili ma anche verso i cittadini a cui si chiede sempre la massima collaborazione e sensibilità e poi l’amministrazione invece si comporta in questo modo.
Chiedo scusa e vigiliamo tutti insieme in modo che non succedano più queste cose vergognose.
Grazie
Paola Arrigoni

Posto disabili interdetto per evento Radio2 – Chiediamo spiegazioni

Il M5S Sanremo ha scoperto che un posto auto riservato ai diversamente abili era stato transennato e dato in esclusiva per un evento di radio2. 
I posti auto riservati ai disabili sono già pochi nella nostra città e molte volte sono occupati da persone che non ne hanno il diritto rendendo la vita di una persona diversamente abile ancora più difficile! E adesso addirittura si danno ad una radio?
Quanto è accaduto: E’ GRAVE!
Usurpare un posto riservato ai disabili per darlo ad un evento relativo al Festival di Sanremo denota la totale insensibilità di questa amministrazione verso cittadini che hanno tutto il diritto di ‘viversi’ la propria città!
Togliere parcheggi significa aggiungere ulteriori ostacoli, accentuare i disagi ed emarginare. 
Vogliamo ricordare a questa amministrazione che è fondamentale affermare che disabilità non è solo il risultato di una caratteristica dell’individuo, quanto piuttosto il confronto con un ambiente sfavorevole che determina la condizione di disabilità. 
Condividiamo le parole del dottor Anibaldi:”La disabilità è una parte del mondo e 
non un mondo a parte”.
E QUESTO ANCHE DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO!