Il M5S contro gli incivili che occupano i posti auto riservati ai disabili

la stampa - piccola

(La Stampa del 26 settembre 2014)

Il M5S contro gli incivili che occupano i posti auto riservati ai disabili

Il Movimento 5 Stelle Sanremo scrive al Sindaco per informarlo di quanto accaduto e per chiedere l’attuazione di provvedimenti in merito.

I Consiglieri Arrigoni e Riello: “Noi, come M5S Sanremo, sono anni che portiamo avanti la campagna per la sensibilizzazione contro chi occupa abusivamente i posti auto riservati ai disabili e trovare, e non è la prima volta, che i posti riservati davanti al Comune vengano occupati da chi non ha alcun diritto è a nostro parere molto grave e siamo certi che il Sindaco concorderà con noi.

Abbiamo chiesto al Sindaco Alberto Biancheri di prendere dei provvedimenti in merito, onde evitare che un diversamente abile che si rechi in Comune non trovi i pochi posti a lui riservati occupati da arroganti, insensibili e menefreghisti.

In altre realtà cittadine sono stati adottati dei cartelli con la seguente scritta: “Vuoi il mio posto? Prendi il mio handicap!” (oppure anche con altre scritte) questa potrebbe essere una soluzione da adottare anche qui da noi ed estesa in tutta la città oltre a pensare a una campagna di sensibilizzazione promossa dal Comune.

Tutti noi sappiamo che “La disabilità non è solo il risultato di una caratteristica dell’individuo, quanto piuttosto il confronto con un ambiente sfavorevole che determina la condizione di disabilità” e quindi siamo certi che il Sindaco, terrà in considerazione la ns. lettera e prenderà al più presto gli opportuni provvedimenti.

MoVimento 5 Stelle Sanremo

249631_223465591016914_5708429_n

308138_263553580341448_6648764_n

 

‘Il M5S Sanremo ringrazia il Sindaco Biancheri e il Presidente del Consiglio Comunale  Il Grande per essersi attivati immediatamente al fine di adottare i provvedimenti necessari per garantire che i posti riservati ai disabili non vengano occupati abusivamente da altri.  Abbiamo constatato con piacere che come primo passo  è stata rifatta la segnaletica a terra ed è stato richiesto un maggiore controllo. Ci auguriamo che questa iniziativa si estenda anche nel resto della città e che parta un’opera di sensibilizzazione da parte dell’amministrazione che coinvolga la cittadinanza’.


p_4aa5b85d0d