COMUNICATO STAMPA UFFICIALE SUL CASO BUSSANA VECCHIA. IL 15 MARZO CONFERENZA IN REGIONE LIGURIA

PER BUSSANA VECCHIA IL TEMPO STRINGE: SE NON SI INTERVIENE PRIMA DI FINE MARZO, PARTIRANNO I PREAVVISI DI SGOMBERO CUI SEGUIRÀ ORDINANZA E TERMINE ESECUZIONE. “IL COMUNE DI SANREMO SI ASSUMA LE SUE RESPONSABILITÀ!”m5s bussana a genova

Venerdì 15 marzo 2019, ore 10.30 in Regione Liguria con:

 – Roberto TRAVERSI (portavoce del M5S alla Camera dei deputati)

 – Marco DE FERRARI (consigliere regionale in Liguria)

 – Paola ARRIGONI (capogruppo comunale e candidata Sindaco di Sanremo)

 

Venerdì 15 marzo, alle 10.30 (via Fieschi 15, Torre A, II piano, sala R3), il MoVimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, in Regione Liguria e a Palazzo Bellevue a Sanremo presenta alla stampa quanto intende promuovere affinché si possa uscire dall’annosa questione che, se non risolta, rischia di vedere sgomberata Bussana Vecchia, borgo gioiello della Liguria e attrazione turistica.

Il Comune di Sanremo non risponde alle sollecitazioni del Demanio, che ha provato in tutti i modi a proporre soluzioni per non arrivare agli sgomberi – dichiara il parlamentare del M5S Roberto Traversi Nel borgo di Bussana Vecchia, si sa, ci sono abusi edilizi e problemi di sicurezza per gli abitanti e per i turisti, ragion per cui negli ultimi 20 anni si sono susseguiti quattro filoni giudiziari cui il Demanio ha dovuto far seguire atti che garantiscano un principio di legalità“.

Per sanare la situazione di Bussana Vecchia, c’è la possibilità di accedere a fondi europei e regionali, ma tutto questo sarà possibile solo se il Comune deciderà di riprendere in mano la situazione e dare il via al piano che peraltro non era stato nemmeno condiviso con gli abitanti” – dichiara a sua volta il candidato sindaco di Sanremo Paola Arrigoni, capogruppo del M5S a Palazzo Bellevue, che poi ricorda: “Il Comune ha agito in maniera contraddittoria rilasciando negli anni certificati di residenza e licenze commerciali quando non poteva farlo: ne va da sé che ora è il momento che si assuma le proprie responsabilità prima che sia troppo tardi”.

Dobbiamo mettere in campo tutte le nostre forze affinché si possa salvare il prezioso borgo di Bussana Vecchia, gioiello della Liguria e peculiare attrazione turistica. Si può e si deve sfruttare l’occasione di captare fondi anche regionali per rilanciare il borgo e il territorio, in un’ottica di turismo sostenibile e di qualità. E per questo è ora più che mai necessario il tempestivo intervento del Comune“, aggiunge il consigliere regionale Marco De Ferrari.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Sabato 21 Maggio banchetto per chiedere l’abbattimento dell’ecomostro di Portosole

13173758_1142382082478737_2723576827975020745_n

Sabato 21 maggio 2016 in p.zza Colombo, dalle ore 10 alle ore 18, allestiremo un banchetto in cui si potrà firmare per la petizione per chiedere l’abbattimento dell’EcoMostro di Portosole.

Al banchetto si potrà firmare anche per i Referendum Costituzionali.

Il M5S Sanremo è dal 2007 (prima come meetup) che si batte contro l’EcoMostro: manifestazioni, lettere aperte, video, interrogazioni, interpellanze, di tutto, di più! Non ci siamo mai arresi.

Tutte le varie amministrazioni promettevano soluzioni rapide ma l’ecomostro è sempre lì, da 14 anni. E’ arrivato il momento di chiederne l’abbattimento, perché la città si deve finalmente liberare di questo ecomostro che procura un grave danno d’immagine alla città e al suo turismo.

Chiediamo, per l’ennesima volta, dove siano finite le mozioni presentate in questi 2 anni

A_0387598364

 

Il M5S Sanremo, per l’ennesima volta,  chiede dove siano finite le mozioni presentate. Dovevano arrivare nelle varie Commissioni Consiliari e poi approdare in Consiglio Comunale per la discussione e la votazione. Alcune sono ferme da più di 18 (diciotto) mesi!
Il M5S Sanremo ha presentato le seguenti mozioni:
A novembre  2014
– adotta un’aiuola, valorizzazione e manutenzione degli spazi verdi della città
– istituzione bilancio partecipativo
– introduzione del registro comunale dei testamenti biologici
– Introduzione del registro delle coppie di fatto nel Comune di Sanremo (bloccata in 3° commissione)
–  orti sociali comunali
A dicembre 2014
 – proposta albergo diffuso per rivalutare La Pigna
– censimento dei manufatti contenenti amianto presenti nel territorio del Comune di Sanremo
 
A luglio 2015
 – mozione diritto al cibo = niente sprechi
A settembre 2015
– Istituzione Registro Bigenitorialità
– guard rail salva motociclisti.
aprile 2016
– Campagna STOP-TTIP
Sono undici le  mozioni presentate dal  MoVimento 5 Stelle e alcune sono bloccate da più di un anno e mezzo, non si sa bene dove.
Non è più possibile accettare questa situazione. Il M5S ha presentato le mozioni sempre nell’ottica della collaborazione e a beneficio della collettività ma questo ostruzionismo che blocca ogni attività propositiva del M5S non è più accettabile.
Il M5S chiede che tutte le mozioni, come da art. 26 comma 1 dello Statuto del Comune di Sanremo e art. 18 del regolamento del consiglio comunale e delle commissioni consiliari vengano presentate in Commissione e che arrivino in Consiglio Comunale.
E’ inaccettabile che le mozioni presentate dai portavoce del M5S Sanremo siano bloccate dal 2014!
E’ una situazione grave che danneggia il diritto d’iniziativa dei consiglieri e la collettività che si vede privata di proposte e progetti innovativi.
MoVimento 5 Stelle Sanremo

Petizione contro ecomostro di Portosole: Sabato 14 Maggio raccolta firme in P.za Colombo – Sanremo

Una  struttura  che dal 2002 è uno scheletro fatiscente che irrompe in modo imbarazzante nel profilo fronte mare della città di Sanremo, un tratto della caratteristica passeggiata a mare Trento-Trieste di Sanremo, uno dei luoghi più suggestivi della riviera ligure, riducendo le aree della zona ad un ambiente di degrado e di abbandono.
Il M5S Sanremo attraverso questa petizione, rivolta al Sindaco di Sanremo, chiede di  verificare la possibilità di intimare una ordinanza urgente di demolizione ai proprietari del mostro di cemento, da effettuare a loro spese e senza soldi pubblici, al fine di preservare la sicurezza urbana e il decoro della zona.
E’ innegabile che l’eco mostro ha creato e crea un grave danno d’immagine alla città, al suo turismo e alla collettività!Dettagli della petizione:
Sabato 14 maggio in p.zza Colombo dalle ore 10 alle ore 18ci sarà un ns. banchetto dove raccoglieremo le firme per la petizione cartacea che poi consegneremo al Sindaco di Sanremo.

Durante la settimana potrete firmare nei seguenti negozi:

  • Labita, in corso Matuzia 187
  • Lifestyle, in via Gaudio 40 a Sanremo

Facciamo un grande passaparola, basta con questo ECO MOSTRO!

M5S Sanremo